Lo studio è un diritto? Fino ad un certo punto sì…

5612093f4e61b48b7c2ca9da3ff606c7.jpg

 

E pensare che il simpaticone qui nella foto voleva abolirli tutti i test!!! Ma quanto sarà geniale? Solo un comunista (???) poteva pensarci! Primo problema: le strutture. Dove si mettono tutti? Secondo problema: con quele coraggio si assumono tutti quelli che si candidano per il test di medicina? No perchè, parliamoci chiaro, si candidano veramente cani e porci, dai quali io non mi farei nemmeno curare l’unghia del dito mignolo! Ma veniamo a noi: perchè ho sollevato questo problema? Beh, perchè onestamente ritengo che l’università debba essere un f36441d4895fca06c365f7af2e4af66a.jpgdiritto per chiunque abbia la voglia di frequentarla; ma a tutto c’è un limite! Sì, perchè mi sto rendendo sempre più conto che i ragazzi sono ignoranti, svogliati e presuntuosi fino all’inverosimile. E questo non DEVE essere permesso! No perchè sono veri i discorsi per i quali “se uno non ha voglia all’università ci sverna” e “tanto poi i nodi vengono al pettine” eec.; purtroppo questo non è sempre vero, perchè in un Paese come l’Italia, anche gente che si è laureata in 25 anni con la media del 18 (e mi sentirei di aggiungere, con tante pedate nel c***) viene assunta! E questo non va bene! La mia proposta  non è mettere l’università a numero chiuso (tranne per quelle facoltà nevralgiche, tipo medicina), perchè come ho detto essa è un diritto; la mia proposta è di mettere dei test che perlomeno valutino la conoscenza, non dico tanto, dell’italiano, in quanto è una vergogna che gente che fa l’università non si renda conto di cosa scriva e in che modo si possa scrivere! Detto questo, come al solito aspetto commenti. Ciao                                                                              Dario

9d330a51ed9c8b4185d3498f0adfe1a2.gif

P.S.: la foto alla mia destra non c’entra niente, ma era bellissima e non potevo non metterla…

Lo studio è un diritto? Fino ad un certo punto sì…ultima modifica: 2007-09-11T19:22:54+00:00da dario_loki
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Lo studio è un diritto? Fino ad un certo punto sì…

  1. la frase “la gente non sa scrivere in italiano” è riferita a me?? no perchè se è cosi io ti porto la giustificazione che l’italiano posso anche non saperlo cisto che ho fatto l’Itis e che quindi l’itagliano non l’ho so (hihihi) e cmq chi non ha voglia di fare una sega non sono io ma te mio caro che ti ostini a chiamare le pause o a distrarti mandando sms…io almeno lo dico che non faccio niente, e lo dico che in questi giorni vengo in facoltà solo per non stare a casa… punto punto linea punto linea punto linea linea $%&/$” (nuovo moccolo in codice morse)

  2. La frase non era riferita a te. Lo sai che non lo farei mai… Comunque se ti sei sentito preso in causa vuol, dire che hai un po’ la coda di paglia…

  3. cmq hai ragione…gente laureata in 25 anni che trova lavoro…non so se hai visto il tg stasera che parlava dei test d’ammissione a medicina a bari comprati al modico prezzo di 9000 euri…e poi la gente si scandalizza se le persone muoiono sotto i ferri… cmq non ce l’ho con te amore…visto che siamo un gruppo intero di Fancazzisti (notare la F maiuscola).
    secondo me però la gente ci mette troppo a fare l’università perchè facendo gli esami troppo bene i professori chiedono il bis e questi poveri ragazzi (ma alcuni possono essere considerati ragazzi?) sono costretti a dare di nuovo l’esame…

    un bacione immenso al mio piccolino cucciolotto puccioso poverino
    e ricordati che fa fe fi feffefa fifufofe feaffefi
    (e cmq io sono in pari) ((Lo so che la mia è un università di misrabili mentre la tua è la più meglio assai in assoluto sempre uno più di me all’infinito ma è uguale))

I commenti sono chiusi.